Ehi notte!

Quella di Francesco Guccini è una notte Pavanese. La mia no.
La mia notte arriva lo stesso di soppiatto..alcune volte. Quando ho più voglia di stare in piedi, quando ho voglia di non far nulla ma non dormire lo stesso. La notte forse la amo per questo. In effetti posso farci quello che voglio. Le volte in cui leggo, le volte in cui scrivo. Le volte in cui penso. A parte il fatto che penso sempre, notte e giorno, in ogni singolo minuto. Il problema è che nella maggior parte delle volte faccio viaggi infiniti nei miei innumerevoli mondi che penso siano fantastici. La mia notte di solito è fatta per pensare. Perchè anche se dormo io penso.

Ora..dunque, ho deciso di scrivere questo breve post per in qualche senso augurarmi la buonanotte da sola. So che non dormirò subito. Quando sarà giorno non devo andare a scuola. E’ domenica.
Questo è un motivo in più per trovare ancora più difficile dire al mio cuore e alla mia mente di smettere di faticare.
Nel frattempo ascoltavo la canzone di notte numero 4 del maestro Guccio. La lascio qui sotto e me ne torno al mio mondo. Ora penso in particolare a delle persone. E anche al terzo capitolo della storia che dovrei continuare ad inventare e scrivere.

Buonanotte e sogni d’oro.

15/03/2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...