Stefano Cucchi: la malagiustizia

La poesia e lo spirito

Ilaria e Stefano Cucchi
Di Luigi Manconi e Valentina Calderone, dal Manifesto del 31 ottobre 2014. [vedi anche qua].
Una cosa, la sappiamo e non dobbiamo mai dimenticarla. Già la sentenza di primo grado ha dovuto riconoscerlo e quella di appello non ha potuto negarlo, se pure fosse stata questa l’intenzione. Il dato inequivocabile è che Stefano Cucchi ha subito violenze dopo l’arresto.
Violenze che hanno gonfiato e arrossato i suoi occhi, tumefatto il volto, ricoperto di lividi il corpo, e fratturato le ossa. Lo hanno raccontato i familiari dopo averlo visto sul tavolo dell’obitorio e lo abbiamo potuto sapere guardando quelle foto oscene scattate durante l’autopsia.
La sentenza di primo grado ha detto: le violenze sono innegabili, ma le prove non sono sufficienti e le indagini sono state fatte con negligenza.

View original post 477 altre parole

Annunci

Un pensiero su “Stefano Cucchi: la malagiustizia

  1. nicochillemi

    Concordo in pieno con te Antonietta. Come ho già scritto tante volte su Facebook e Twitter, il problema non è la sentenza, che alla fine deve attenersi ai fatti, quanto proprio questi fatti non trovati, ovvero chi non ha fatto il proprio dovere a monte nel trovare dopo tutti questi anni prove per una cosa che non avrebbe potuto essere più evidente. Sono con la famiglia di Stefano!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...