Reblog

Marea

Gli scritti quotidiani

Anche se in ritardo… BUON COMPLEANNO ALDA

Il 21 a primavera.. nasceva la mia Alda Merini.
Ho scritto dei versi su di lei.. un po’ di tempo fa. Ora non riuscirei a riportarli qui perchè non sono scrivo questo post in fretta dal cellulare. Mi rifarò domani se tutto va bene. Scriverò un post come si deve dedicato alla più grande poetessa, alla mia ispiratrice di parole e maledizioni.
Sono di ritorno da una festa di un diciottesimo compleanno e tra spumante e chiacchiere varie sono stanchissima. Domani ho la sveglia molto presto perchè devo andare coi miei ad una gita in montagna. Spero non sia eccessivamente noiosa. Ecco come rovinare un sabato passato decentemente. Mi consolo con qualche canzone nelle cuffiette.
“Le solite cose” del mio Pierangelo Bertoli.
Buonanotte.

Gli scritti quotidiani

21 marzo nasce Alda Merini. La mia cara amica Nunzia Dimarsico compone una bella poesia in suo onore

Gli scritti quotidiani

Auguri Papà!

Non voglio essere scontata, di solito non lo sono. Sono semplicemente spontanea. Non troppo impulsiva. Voglio augurarti più giorni possibili così. La tua festa è sempre. Ieri, oggi, domani. Diciannove marzo è un numero.

Auguri Papone! ❤

11081094_965050263507617_4036531372305949218_n

Gli scritti quotidiani

Come al solito..

Non mi smentisco mai.
Avrei dovuto continuare il post precedente ma non l’ho più fatto. Il motivo neanche lo so. Sono piena di impegno fino al collo! Che palle! Il resto, musica compresa (ed è grave), lascia il tempo che trova. Il bello è che oltre alla scuola “d’obbligo” mi sto occupando anche di alcuni progetti esterni, di quelli che non si caga nessuno, per intenderci. E poi è inutile negarlo, ultimamente si sta accentuando in me un difetto che ho insieme a tutti gli altri. Sono fottutamente pigra. Non mi va di fare un cavolo, certe volte neanche di scrivere. Uffa! Però per avere dei lettori devo pur buttar giù qualche verso no? 😀
Almeno sono fiduciosa!

Per domani ho da studiare tantissimo latino. E pure italiano. Non se se riuscirò a fare tutto. Alle sette e mezza stasera ho uno dei miei incontri moooolto importanti. Non pensate a male, non è un appuntamento al buio. Seminario di Vita Nuova, con una professoressa di un paese vicino al mio. E sarà bello. A quel punto non ci sono libri che tengono. Anzi… LA BIBBIA!

Quindi oggi di nuovo non scriverò nulla di eccessivamente creativo qui. O forse proprio nulla. E domani nemmeno. Venerdì ho l’interrogazione di matematica. Quella che ho rimandato non capendo che ho solo posticipato il problema. Ed il peso sullo stomaco è rimasto ed è anche aumentato.

I risultati a scuola non sono dei migliori. Però pazienza. Mi devo dare una mossa e spero che almeno riesca a decidermi una volta per tutte a continuare come si deve. Almeno entro la fine dell’anno.

Gli scritti quotidiani

Sono alla ricerca…

Di nulla! E di tutto. Oggi sono un po’ stanca, eppure non sono stanca. E’ un continuo opporsi di antitesi. Forse è solo perchè devo trovare qualche parola da scrivere qui. Oppure no. La mia prof dice che sono troppo frammentaria nello scrivere. Sarà mica vero? E’ vero. Però i poeti sono frammentari. Ed io non sono un poeta. Aspirante semmai. Solo perchè mi piace scrivere versi. Eppure non voglio vincoli. Poeta sarà Dante, con i suoi milioni di schemi tecnici da rispettare e che ha rispettato. Poeta sarà Petrarca, che metteva su delle idee organizzate perfettamente. Poeti saranno i grandi. Ma non io. Io scrivo per sfogo. E questo stile mi piace perchè un po’ mi rappresenta. Dunque, ho in mente un raccontino, ma nello stesso tempo vorrei raccontare di sabato. Ho avuto una giornata pienissima. Ora vedo come procedere.

Tra circa un’ora e mezza ho appuntamento con un amico per fare un giro. E nel frattempo mi rimbomba in testa una canzone del Rinnovamento.

Lasciai un giorno il mio pastore, avevo soldi e tanti sogni da comprare.. Ma una sera il cuore mio ha chiesto amore ed ho scoperto che l’amore non si vende.

Ed ho detto tutto.

Passo al post successivo… Anche se non ho ancora deciso cosa fare.
Nel frattempo passate nelle due pagine nuove del blog! “Poetando” e “Photografando”!

Reblog

Liebster Award da lalunasottocasa!

E poi c’è lui, l’orso chiacchierone.. Il blogger più buono di tutti! 🙂

La tana dell'Orso Chiacchierone

Come dicevo ieri, lalunasottocasa mi ha fatto un piccolo regalino che in realtà è un premio, il Liebster Award!

liebster award

Il premio prevede tre semplici regole anche se io ne infrangerò ben due!

View original post 438 altre parole

Musica

Il MIO Pierangelo..

Ho ritrovato questo video girovagando su youtube.. è inutile, sempre una grande emozione. Pier, mi manchi. ❤

Gli scritti quotidiani

Titolo originale.

Stavo pensando prima a cosa scrivere. Avevo molte cose in testa ma alla fine niente. A scuola ogni tanto scrivo su dei fogli di carta che mi capitano in mano. Non è un brutto periodo. E’ normale. Beh, avrei voluto essere a giugno inoltrato, però non mi lamento. Le interrogazioni continuano ad incombere. C’est la vie. Impegni dovunque. Un attimo con la testa in relax non riesco a starci. Anche quando potrei riuscirci. Una cosa è sicura: ora non sto scrivendo niente di efficace, niente di effettivamente interessante. Però scrivo. Ho un pochino di ispirazione ma per pigrizia non la metto all’opera. Tra dieci minuti devo andare con delle amiche della parrocchia ad un impegno col vescovo in un paese a mezz’ora dal mio. Il vescovo della mia diocesi parla a bassa voce e pronuncia la P invece della F. Ne risulta: “Cari Pigli, bisogna vivere in Punzione della Pede cristiana”. Rido ogni volta. Piccolo orgoglio: allo scorso incontro sempre di questo tipo mi si avvicinò e mi disse che mi aveva vista già vista da qualche parte. Poi un sacerdote del Rinnovamento mi fece una propaganda alla Jimi Hendrix. 🙂

Un particolare: l’anello non glielo bacerò MAI.

Dopo aver scritto tutte queste cazzate in questo misero post su questo misero blog… Me ne vado! Forse ritorno a scrivere stasera tardi l’esito del grande evento.

Gli scritti quotidiani

#8marzo…. Auguri oggi e sempre.

Premetto che ho da studiare tutto Petrarca. Tutto. Per domani. Ho un compito, una prova strutturata che avrà minimo novecentonovantanove domande. Il tutto in due ore. Forse due ore scarse.
Dopo di ciò, per non cadere nella terribile monotonia di una semplicissima studente di liceo classico, esprimo brevemente quello che mi passa ora per la testa. Stamattina mi sono svegliata più tardi come ogni domenica. Ho guardato il cellulare ed ho notato che era più impallato del solito. Mi sono arrivati molti auguri. Per la festa della donna. Ora, a prescindere da tutte le polemiche sulla festa dell’otto marzo, come quelle su S.Valentino, come quelle sulla festa del papà ecc.. ho risposto ai vari messaggi ed ho fatto un giro su Facebook e Twitter. Tantissime polemiche come al solito. Sì, è vero questa è una festa commerciale, nessuno sa la vera storia eccetera eccetera eccetera.

Io penso che forse, se non ci fossero varie date e commemorazioni, il mondo sarebbe una grandissima rottura di scatole.
Penso che anche se non diamo il giusto valore a quei giorni stabiliti da eventi, persone o chissà chi, tutto sarebbe piatto. Si cadrebbe nella monotonia più assoluta. Non quella di “una volta all’anno”, ma quella di “tutti i giorni” la stessa storia! Si è vero, forse sarebbe meglio..per alcuni. Chi siamo noi per dire che va tutto abolito? Ognuno crede in ciò che ritiene più opportuno.

Cambiare la società sarebbe un grandissimo passo avanti. Ma come si fa?

Dopo questa bella riflessione dovrei ritornare al caro Francesco.

Laura, ma non potevi sposartelo così non scocciava noi poveri mortali? 😀

Ah… dimenticavo. Auguri a tutte le donne. Oggi e sempre.

download