Archivi categoria: Testi musicali

Bataclàn

Allons enfants de la patrie
Le jour de glorie est arrivé
Quanta enfasi in queste parole
Che nascono dal cuore.

Venerdì sera, eccoci qua
Parigi è grande, che si fa?
Si suona forte al Bataclàn
Ragazzi lì ci piacerà.

C’è tanta gente al Bataclàn
E gli Eagle presto inizieran
Questa musica mi fa impazzire
La notte la passiamo qua.

Allons enfants de la patrie
Le jour de glorie est arrivè
Quanta enfasi in queste parole
Che nascono dal cuore.

E suona forte il Bataclàn
La gente vola, come fa?
Forse l’extasy fa la sua parte
A casa ci voglio tornar.

Ed il concerto è a metà
Qualcuno grida Allah akbar
Si senton colpi di kalashnikov
Qualcuno li vada a fermar.

In nome della religione
Hanno distrutto tante vite
Può darsi sia una velata scusa
Da parte di chi ne abusa.

Chi abusa solo di potere
Respira senza ragionare
La politica non è violenza
E questo non lo vuol capire.
Perché ha  al caldo il suo sedere.

 

 

 

 

 

 

 

La Nuova Generation

L’incisione del nome
sulla paletta della chitarra
vecchia, classica e magica.
Su di essa impara 
le vecchie canzoni
quella che sarà 
la futura generation.
 
Menestrello, cantastorie 
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non ci andrà mai stretta.
Menestrello, cantastorie
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non vuole mai vendetta.
 
Nella terra del briganti
ce ne son davvero tanti
ma qualcuno più degli altri
te ne canta più importanti.
 
Menestrello, cantastorie 
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non ci andrà mai stretta.
Menestrello, cantastorie
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non vuole mai vendetta.
 
E’ tutto un punto in trasparenza
quel che conta è la vera essenza
se si tratta di ascoltare,
emozioni quanto il mare.
Menestrello, cantastorie 
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non ci andrà mai stretta.

L’arte esprime per la gente
le emozioni di un istante
disegnare coi colori
prati, frutti, spiagge e fiori.
Menestrello, cantastorie
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non vuole mai vendetta.
 
In quanto alla Basilicata
oramai è contaminata,
ma è pur sempre nostra terra
per la pace sarà guerra.
 
Menestrello, cantastorie 
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non ci andrà mai stretta.
Menestrello, cantastorie
portatore di memorie
a noi piace l’etichetta
che non vuole mai vendetta.
 
L’incisione del nome
sulla paletta della chitarra
vecchia, classica e magica.
Su di essa ha imparato
le nostre canzoni
quella che è già stata 
la futura generation.

Ti accogliamo nell’aurora

Quando vien l’aurora
ed illumina il mondo
mentre tutto intorno
si prepara al giorno nuovo

Nel silenzio tace ognuno di noi
prima di trovare
quella gioia immensa che dai solo tu
aspettando Te, o mio Signor.

Tu verrai nei nostri cuori
perché speranza ci sia
di tutto il mondo salvezza sarai
il peccato da noi scaccerai.

Regnerà la pace
quando Tu sarai tra noi
soffierà quel vento
di salvezza e amore vero

Quando i figli tuoi saranno in compagnia
della tua presenza
quando allieterai la loro fantasia
accogliamo Te, nostro Signor.

E sarà la Gloria eterna
nella vita che preserverai
Nell’amore di ogni fratello
che nel cielo si troverà.

E questa è dunque l’ultima mia creazione. Ovviamente si capisce molto bene a chi è dedicato il testo e cosa sto pensando in questo periodo. Ho tantissimo da raccontare, non scrivo qui da parecchio, perchè sono abbastanza incasinata con lo studio. Ho ricominciato a frequentare un ambiente bello ma complesso, e ci sono delle news. Si lo so, non interessa a nessuno ciò che io faccio nella vita, fuori dal mondo dell scrittura creativa ma credo proprio che trovare un po’ di tempo per sfogarmi scrivendo altro mi faccia più che bene. Questo ad esempio è un piccolo ritaglio di tempo trovato tra un libro e l’altro.

Forse sono cambiata. Chi lo sa.. andiamo avanti e non molliamo.

Un battito d’ali

Storia, vita, persona, un battito d’ali
casa, famiglia, viaggio, un battito d’ali.

Sole ai quattro venti
quanto caldo tra le genti
dell’Africa..nera!

Lì nella savana
una terra forse sana
hai trovato..la vita!

Color cioccolato
eri un bimbo appena nato
ma presto destinato a…

Viaggiare verso un altro mondo
diverso, certo, ma non giocondo
tu non ha voglia di cambiare,
di stare ad aspettare.

Sole, mamma, famiglia, un battito d’ali
mare, novità, scuola, un battito d’ali.

La tua personalità
è inutile, non è cambiata
è rimasta sempre la stessa.

Sei cresciuto normalmente
ed anche felicemente
a quindici anni cosa è andato storto?

Te ne sei fregato,
si, la vita è solo questa
ti sei fatto la promessa di..

Ricominciare e andare avanti
scansare il pietismo dei passanti
lasciare lo spazio a quella fede
che libera chi crede.

L’amore dopo l’hai trovato
che cosa in te si è risvegliato
lei non capiva il giusto ardore
e ti ha spezzato il cuore.

Sole, amore, delusione, un battito d’ali
mare, pensieri, sentimenti e…

Io per caso ti ho trovato
e prontamente t’ho cercato
nei miei sogni incerti.

Vivi appieno la tua vita
che non sarà mai finita
il tuo motto solo resterà..

Sole, mare, sogni, amore!
Musica, persona, famiglia, amore!

Tutto riassunto in: UN BATTITO D’ALI!

 

Ballata del paradiso

Quando io ho visto gli occhi tuoi tristi
mi sono chiesta “Dove li ho visti?”
Quando li vidi era già l’ora
di chiedermi se li rivedrò ancora.

Se tutto tace e nulla risponde
se tu del mare vuoi sentir l’onde
quando ritornerai o ci rivedremo
di cantare liberi non ci stancheremo.

Io questo sogno che mi tengo dentro
viene fuori sempre però non lo sento
mi accorgo che sembra immobile e puro
amico ti chiedo di andar, ti scongiuro.

Andiamo lì dove potrò vedere
e dove potrò finalmente parlare
andiamo via, amico, se c’è il Paradiso
voglio toccare il suo candido viso.

Il viso di un uomo, il più forte di tutti
colui che diceva “I meschini son brutti!”
Colui che mi ha dato la grande speranza
andiamo da lui nella sua grande stanza.

La stanza del Regno di cui non so niente
andiamo su in cielo e vedrem chiaramente
se c’è il volo diretto per il Paradiso
io voglio toccare quel candido viso.

Speranza ci vuole. amico paziente
forse per me non è possibile niente
non sono capace di vivere l’ora
non voglio più chiedermi se lo rivedrò ancora.

Viaggio

Passa il tempo, ed i giorni, i minuti 
e non voglio sentire i saluti 
di un amico che parte, porterebbe il mio cuore. 

Se va via la mia persona, 
non cammina perchè gattona 
Il mio pensiero è un bimbo da crescer piano.

Perchè io penserò a chi 
Si muove subito di lì 
e cerca sempre il modo di fuggire via. 

Penserò a te che parti 
penserò a te che ridi 
penserò a te che Parli
e mentre parli ti allontani … 

La cruda stagione dell’addio 
non è questo il mondo mio, 
sembra tutto diverso, amore mio. 

Passa il tempo, ed i giorni, i minuti 
devo per forza sentire i saluti 
di te amico che parti, non ti rivedrò più. 

Quando sento il vuoto dentro 
mi trema sotto il pavimento 
vibra il pensiero, l’uscita dalla mia vita. 

La cruda stagione dell’addio, 
non è questo il mondo mio, 
sembra tutto diverso … AMORE MIO!

A Pierangelo Bertoli

Alla luna canta quella voce toccante
Al giorno che viene
Al giorno che viene
Rimbomba sempre più verdeggiante.

Sguardo possente di occhi giá visti
Segue la via dei padri andati

Nel cielo della notte manda un grido
Al giorno che viene
Al giorno che viene
Quando giunge dentro me ogni volta sorrido.

Tocco possente di braccia forti
Viglion l’amore di donna voluta

Al mondo suona tutta la vita
Con una chitarra
Al giorno che viene
Tutti a sentire le grandi piesie.

Al mondo canta e racconta la vita
Ed il giorno che viene
Quel giorno é venuto
Le cose non ci hanno cambiato.