Venerdì santo

Oggi è Venerdì santo. Sono tornata a casa stamattina alle 6.30 perchè sono stata tutta la notte in chiesa con alcuni ragazzi per fare la veglia del giovedì santo. C’era Gesù esposto nel Ciborio, una cosa bellissima nella mia parrocchia. Come si fa in tutte le chiese, erano molte le esposizioni del mio paese. Io ho fatto un giro con i miei e dopo dovevo andare ad animare una preghiera comunitaria che solo il sacerdote della mia parrocchia ha fatto. Ovviamente io non sapevo benissimo di cosa si trattasse e quindi è stato un po’ improvvisato. Ho intonato i canti antichi tradizionali del mio paese, e qualche signora si è addirittura commossa. Di solito canto anche alla processione vera e propria, quella che si terrà oggi pomeriggio, per le strade. E’ stata davvero una bella esperienza, toccante. Quasi tutti sono crollati in chiesa per il sonno. Io invece no, per tutto il tempo ho fatto diverse cose. Ho cantato, ho suonato e..ho pregato. La preghiera prima di tutto.

Dunque il mio venerdì santo è iniziato in maniera abbastanza sentita. Forte. Su internet ho letto che in Kenya sono state uccise delle persone proprio oggi. Molti cristiani. Però queste notizie non fanno scalpore sui social. Quello che fa scalpore è la morte di un giornalista qualunque che ha passato la sua vita a disegnare vignette contro la religione in generale. Ovviamente non ricado nella polemica di Charlie. Non sarei la persona adatta a discutere di questo… o almeno sarei proprio l’ultima a poterlo fare. Non giustifico il terrorismo ma non giustifico nemmeno il comportamento di Charlie Hebdo. Ora non c’è più e sta bene dove sta. Dovunque sia. Dunque, facebook e twitter sono in silenzio. Ma dico io… perchè?

Nel frattempo sto combattendo con la stanchezza di stanotte, anche se ho recuperato qualche oretta. Ma ora mi tocca andare alla processione. Mentre scrivevo questo post ho come sottofondo la canzone che allego qui sotto. Il Maestrone Guccini.

In conclusione… Questo mio post vuole anche essere un appello alla gente che non rispetta le idee cristiane. Gesù è morto per noi. Questo non deve pesarci come una colpa. Questo deve essere una “spinta” a seguirlo e per chi non lo conosce, ad avvicinarsi a Lui. Con gioia.

Ovviamente la mia non è una predica eh? E’ solo una semplice riflessione. Non mi sono drogata e non ho neanche bevuto. 😀 E’ l’effetto della gioia!

Annunci

2 pensieri su “Venerdì santo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...